di Valentina Dirindin 19 Maggio 2020

Come si fa a travestire una tavoletta di hashish in tavoletta di cioccolato? Basta apporgli un’etichetta del più celebre produttore di dolci e dolciumi, la Kinder. Devono aver pensato questo i pusher fermati a Torino e trovati in possesso di un panetto di hashish da 85 grammi su cui era stato incollato il marchio del celebre produttore di cioccolato.

Uno scherzo, verrebbe da pensare, mentre forse davvero la volontà dei due soggetti fermati era quella di provare a fregare la polizia, camuffando la droga. Un trucchetto la cui ingenuità fa quasi sorridere, se non si stesse parlando di spaccio di sostanze illecite. Eppure, incredibilmente, questo trucco geniale non ha funzionato: le autorità non ci sono cascate, e hanno capito che quella che avevano davanti era droga, e non cioccolato.

I due giovani pusher (28 e 17 anni), entrambi con precedenti, non l’hanno dunque passata liscia. I due sono stati fermati nell’ambito di un controllo in corso Principe Oddone a Torino, e immediatamente sono finiti nei guai. Nascosti  nel passaruota di un’auto in sosta, infatti, tenevano 32 ovuli di cocaina e crack, oltre al famoso panetto di cioccolato (pardon, di droga, c’eravamo cascati anche noi).

[Fonte: Il Corriere della Sera]