di Nunzia Clemente 21 Agosto 2017
biscotti eclissi

Gli Stati Uniti stanno per assistere a una spettacolare eclissi totale di sole visibile coast-to-coast in 48 Stati dell’Unione, dal Pacifico all’Atlantico, dall’Oregon alla Carolina del Sud.

Aspetto da non sottovalutare, in alcuni di questi stati il fenomeno avviene proprio durante l’ora di pranzo, cosa che lascia presagire orde di curiosi accampati nei luoghi più inaccessibili per gustarsi lo spettacolo.

Luoghi in cui, immaginiamo è difficile trovare food-truck attrezzati o un chiosco di birre e panini, anche modesto. Meglio essere previdenti e riempire il classico cestino da pic-nic con cibi “a prova di eclissi”.

Cibi come pasta, riso, pollo fritto e insalata, per esempio, che sopportano bene i disagi di un trasporto.

Al contrario i classici panini rischierebbero di diventare unti e molli, specie se imbottiti con pomodori o formaggi umidi.

L’ideale è attrezzarsi di contenitori con tutti gli ingredienti e farcire i panini una volta raggiunta la postazione. Perché anche un’eclisse è meno affascinante se l’olio del tonno si riversa sui vestiti.

L’idea suggerita dal New York Times ai suoi lettori è di portare cibi in tema con l’eclisse, tipo torte al cioccolato fondente o biscotti di frolla a forma di mezzaluna preparati per l’occasione, serviranno a rendere l’osservazione dell’eclisse un momento indimenticabile, magari da festeggiare con una bottiglia di champagne.

Anche perché, per osservare un’altra eclissi totale occorrerà attendere fino al 2024, almeno negli Usa, mentre a noi europei toccherà pazientare fino al 2027.

A proposito: da noi, in Italia, cosa succede oggi?

Nulla.

L’evento non sarà visibile e, in attesa del 2027, ci accontenteremo di vederlo in streaming poco dopo le 18, ma per vedere i pochi minuti di eclissi solare totale bisognerà aspettare le 19:15 circa.

Nulla ci vieta di preparare lo stesso un bel cestino da pic-nic riempiendolo di pasta al forno e parmigiana: un pretesto per festeggiare si troverà comunque. Anche senza eclissi.

[Crediti | Link: New York Times, Il Post]