di Valentina Dirindin 27 Maggio 2020
epcc cattelan leclerc

Uno spot a favore della carbonara “vera” è andato in onda a Epcc, il programma di intrattenimento serale di Sky. Protagonisti del video – diventato popolarissimo sul web, segnale di una questione ancora molto spinosa – il conduttore Alessandro Cattelan e il pilota della Ferrari Charles Leclerc.

Nel raccontare il suo lockdown con la sua fidanzata Charlotte, il pilota monegasco ha affermato di aver imparato a cucinare. È stato allora che Cattelan lo ha incalzato con una serie di domande di base: “Nella carbonara si mette la panna?”. E, come da tradizione di “E poi c’è Cattelan” (e anche dei Griffin, a dire il vero), è partita la clip sull’argomento: una pubblicità progresso in difesa della vera carbonara (che poi, lo sappiamo tutti che la carbonara originale, semplicemente, non esiste).

“Ogni anno nel mondo si combatte una guerra silenziosa”, dice Ale Cattelan nello spot, “e a perdere siamo tutti noi”. “Un delitto che si consuma nei locali, nelle strade, nelle case”, gli fa eco Leclerc. E poi entrambi: “la carbonara fatta a ca**o di cane”.

E giù le regole base della “vera” carbonara: “non si usa la panna”, “non ci vanno i wurstel”, “non si usa il prezzemolo”, “non esiste la carbonara vegana”.
Su una cosa però i due non sono d’accordo: ma la pasta, andrà meglio corta o lunga?