di Manuela 6 Agosto 2019
Fast food

Svelato un piccolo trucco del settore dei fast food: cambiare l’ordine delle opzioni del menu può “ingannare” i consumatori, spingendoli a consumare di più o di meno quel determinato cibo o bevanda. E’ quanto hanno scoperto i ricercatori dell’Università di Manchester e dell’Università di Warwick: secondo i dati raccolti, le vendite di Coca-Cola Zero sono aumentate e quelle di Coca-Cola normale sono diminuite semplicemente cambiando l’ordine di proposta dei prodotti nel menu.

Tutto è nato dall’osservazione che McDonald’s aveva modificato la posizione di cibi e bevande nel suo menu: in qualche modo l’azienda ha scoperto come indirizzare le scelte dei consumatori. Quello che McDonald’s ha fatto è semplice: nei suoi chioschi di ordini touch-screen ha spostato l’icona della Coke Zero, quella senza zucchero, in alto a sinistra, in prima posizione. Poi ha spostato l’icona della Coca-Cola normale, quella da 140 calorie a lattina, in basso nell’elenco dei prodotti offerti. E questo è stato fatto in 622 punti vendita per 12 settimane nel corso del 2016.

I risultati di questo cambio di posizione sono stati lampanti: i ricercatori hanno rivelato che le vendite di Coke Zero sono aumentate del 30% e quelle di Coca-Cola sono diminuite del 7% nel corso di quelle 12 settimane di prova. In pratica i clienti che si aspettavano di trovare la Coca-Cola in una determinata posizione sono stati sottilmente invitati dal cambio di posto a prendere in considerazione l’alternativa senza zucchero quando le due varianti di Coca sono state invertite.

Il dottor Ivo Vlaev, scienziato comportamentale presso la Warwick Business School, si è dichiarato scioccato da un simile cambiamento visto che, di fatto, i consumatori avevano comunque a disposizione ancora tutte le opzioni. E ha parlato di un trucco cognitivo: si tratta di una sorta di punto cieco psicologico che ci troviamo ad affrontare quando abbiamo di fronte a noi una gamma di opzioni. Infatti tendiamo a focalizzare la nostra attenzione sulle cose che sono immediatamente di fronte a noi o su quelle che vengono messe in risalto: i nostri occhi seguono determinati schemi quando guardano qualcosa, esattamente come succede quando si legge la pagina di una rivista.

[Crediti | Telegraph.co.uk]