Fast food: quanto vale il mercato online delle uniformi usate dei dipendenti

Esiste un mercato online di rivendita di uniformi delle più celebri catene di fast food, e non si guadagna neanche troppo male.

Quanto vale il mercato online del reselling delle uniformi usate dei dipendenti dei fast food? Sì, avete ragione, probabilmente dobbiamo fare prima un passo indietro, e spiegarvi che un mercato del genere esiste. Ed è pure interessante, visto che in tanti, nel Regno Unito, stanno cercando di arrotondare proprio vendendo online le loro divise.

D’altronde, tra mance inesistenti e paghe generalmente non proprio gloriose, in qualche modo bisogna tirare su qualche soldino. Ecco dunque che online, su siti di reselling come il più classico Ebay, si trovano uniformi vecchie o quasi nuove, a prezzi diversi a seconda dello stato di conservazione, ma che possono arrivare anche a 150 euro.

cappellino domino's in vendita

Le divise più costose e ricercate sono chiaramente quelle delle catene più note, come McDonald’s. Un londinese, per esempio, è riuscito a vendere su Depop il suo berrettino di Domino’s pizza per 15 sterline. A chi, non è dato saperlo, ma ce l’ha fatta, e non è un brutto guadagno, verrebbe da dire. Un’altra domanda che ci viene in mente è come avrà fatto il dipendente, poi, a procurarsi un’altra uniforme da usare al lavoro, ma in fondo quando si lavora con olio, ketchup e maionese il rischio di macchiarsi in maniera indelebile è dietro l’angolo.

Un venditore di un’uniforme McDonald’s, da East London, chiedeva 110 sterline (circa 130 euro) per l’intera divisa usata. Che ci faranno poi con queste divise, non è dato saperlo, ma noi – maliziosi – ci immaginiamo cose indicibili.

Potrebbe interessarti anche