di Marco Locatelli 25 Marzo 2021
nutella

Nel 2020 Ferrero – nell’ambito del programma Ferrero Farming Values Cocoa – ha raggiunto l’obiettivo di approvvigionarsi solo con cacao 100% sostenibile.

Una mission che il colosso di Alba ha avviato nell’ormai lontano 2011 per promuovere pratiche sostenibili e fare la propria parte nel migliorare la vita ai coltivatori di cacao.

“Ferrero – si legge in una nota stampa  – è orgogliosa di confermare di aver raggiunto questo obiettivo […] Ferrero si approvvigiona di cacao sostenibile attraverso i principali enti di certificazione e altri standard a gestione indipendente come Rainforest Alliance (Utz), Fairtrade e Cocoa Horizons. Questo assicura che l’azienda possa beneficiare dei loro vari punti di forza, arricchendo la propria strategia globale di sostenibilità del cacao, in continua implementazione”.

Inoltre Ferrero ha anche rinnovato la propria partnership con Save the Children attraverso “investimenti significativi  volti a proteggere i bambini nelle comunità di cacao”.

Di centrale importanza il tema “tracciabilità” del cacao, come viene evidenziato nel comunicato di Ferrero, anche nell’ottica di contrasto a deforestazione e lavoro minorile.

“Ferrero è riuscita a rintracciare oltre il 95% del totale delle proprie fave di cacao fino alle fattorie e sta avanzando rapidamente nella tracciabilità del cioccolato proveniente da fonti terze” e sono stati fatti “notevoli progressi nella mappatura degli agricoltori della propria catena di approvvigionamento, come parte dell’impegno volto a prevenire la deforestazione, e nella copertura dei gruppi di agricoltori con un sistema di monitoraggio volto a contrastare il lavoro minorile (Child Labor Monitoring and Remediation System o sistemi equivalenti)”.

1