Festival del giornalismo alimentare 2022, a Torino l’edizione numero 7

Il dopo pandemia e la crisi scatenata dalla guerra al centro della settima edizione del Festival del Giornalismo alimentare, a Torino il 31 maggio e il 1 giugno.

festival giornalismo alimentare

Il Festival del Giornalismo Alimentare 2022 torna, come sempre a Torino, martedì 31 maggio e mercoledì 1° giugno per la sua edizione numero sette. E come sempre cerca di affrontare in modo trasversale i numerosi ambiti legati alla comunicazione del cibo, da quello gastronomico e culinario a quello relativo alle politiche e alle questioni di informazione, sicurezza ed educazione alimentare, fino alla comunicazione sociale e social del food&drink. Il filo conduttore della settima edizione sarà l’analisi delle principali questioni sul cibo alla luce del dopo pandemia e dell’incertezza causata dalla guerra. 

Ospitato dal Centro congressi Lingotto, il festival vedrà alternarsi oltre 100 relatori coinvolti nei trenta panel di approfondimento durante i quali saranno presentate 8 ricerche: il report di Eco della Stampa che racconta come giornali e web hanno trattato l’alimentazione nel 2021; l’indagine esclusiva dell’Istituto Piepoli sulla rispondenza tra le aspettative di informazione dei cittadini e l’offerta informativa dei media; un’analisi sull’informazione alimentare a cura del Master Cibo&Società dell’Università Bicocca di Milano; il rapporto sull’infosfera e la narrazione giornalistica sul cibo presentato dall’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli; la psicologia dei consumi tra l’uscita dalla pandemia e l’incertezza generata dal conflitto in Ucraina presentata dall’Università Cattolica di Cremona; il rapporto di “sentiment analysis” dei consumi proiettato verso il futuro curato dall’Università di Torino con il CREA; un’analisi sull’andamento dei prezzi delle materie prime e sull’autonomia di approvvigionamento del nostro Paese presentata da Borsa Merci Telematica Italiana; il cambiamento nelle nostre abitudini alimentari, infine, illustrato nello studio di Altroconsumo che presenterà l’indagine statistica sugli effetti dell’inflazione.

 

festival giornalismo alimentare

Tra panel e attualità, innovazione tecnologica e turismo sostenibile, ci sono vari appuntamenti tra cui “Il carovita nel carrello della spesa: impatto della crisi su abitudini e portafoglio”, con Riccardo Sessa direttore di Altroconsumo, Martha Fabbri della stessa rivista, e la moderazione di Chiara Cavalleris direttrice di Dissapore, martedì alle 10.45 in sala Londra.

Tornano per l’edizione 2022 anche i laboratori pratici e gli eventi off, i momenti del Festival per vivere il lato sociale del cibo: 12 momenti esperienziali per mettere “le mani in pasta”, dal mondo dei semi a prodotti di primo piano come il caffè, il gelato e il vino con una interessante digressione nel mondo dei fiori eduli, dalle etichettature allo spreco alimentare, dalle biotecnologie fino al greenwashing e molto altro ancora. I laboratori sono accessibili solo su prenotazione dal sito web www.festivalgiornalismoalimentare.it e riservati al pubblico accreditato al Festival: allo stesso sito si rimanda per il programma completo del festival, e per tutte le restanti informazioni sugli eventi off, l’e-book, le ambassador e i media partner.

festival giornalismo alimentare

festival giornalismo alimentare