di Valentina Dirindin 30 Ottobre 2020
lievito ph. pixabay

A Firenze una pizzeria, prima di chiudere a causa delle disposizioni dell’ultimo DPCM, ha deciso di regalare 300 pizze ai bisognosi.

Si tratta del Ristorante Pizzeria “Il Poggetto” di via Michele Mercati, guidato dal pizzaiolo Alessandro Bitossi, molto attivo sui social anche con l’iniziativa dei ristoratori toscani che prevede un cammino da Firenze a Roma per protestare contro le decisioni del governo di Giuseppe Conte, che restringono l’orario di apertura di bar e ristoranti e mettono in seria difficoltà il lavoro di molti.

Nel frattempo, però, la sua pizzeria non ce la fa a rimanere aperta, con l’obbligo di chiusura alle 18. “Noi lavoriamo soltanto a cena”, dice Bitossi, che quindi preferisce abbassare temporaneamente le serrande del suo locale.

Al momento della chiusura, però, si trova con gli impasti di trecento pizze già pronti e in fase di lievitazione, e pensa che è davvero un peccato buttarle. Dunque si mette lì è fa il suo lavoro: impasta, condisce, inforna e serve.

A chi? Ai bisognosi della città, tramite Caritas e Banco Alimentare. Trecento pizze in totale distribuite tra le due associazioni: in questo modo, quando il prossimo 4 novembre partirà per il suo cammino verso Roma con il resto dei ristoratori della Toscana, potrà partire più leggero.

[Fonte: Go News | Immagini: Pixabay]