di Manuela 18 Luglio 2019
Fizzy cocktail

Si chiamano fizzy cocktail e sono la tendenza dell’estate 2019. Questo trend mixology pare che stia spopolando nei locali: potreste imbattervi in loro nei menu dove, spesso, hanno anche una sezione specifica a loro dedicata. Ma cosa sono? Molto in generale si tratta di long drink con tonica, ginger beer o anche con bollicine, mentre la base, solitamente, è di vodka o gin. Le ricette e i mix sono i più disparati e non si trovano solamente nelle grandi città come Roma e Milano, li potete assaggiare ormai ovunque.

Andrea Corelli, special spirits Boldrini, ha cercato di dare una spiegazione a questo improvviso boom dei fizzy cocktail. In realtà pare che ci siano più motivi. Abbiamo le aziende che stanno lanciando sul mercato nuove referenze aromatizzate in modo da sfruttare la rinnovata popolarità del Gin Tonic. Inoltre i consumatori stanno diventando sempre più attenti alla loro salute e si orientano verso drink low alcol.

Fra le ricette più insolite ci sono il Fizz Desidere (lo trovate, per esempio, alla Terrazza 241 dell’Hilton Lake Como), fatto con Absolut Elyx, Martini Rosato, tonica al pepe rosa, sciroppo al pepe rosa e succo di limone. Un’altra variante dal nome particolare, invece, è quella dell’Atrium Bar dell’Hotel Four Seasons: fra i numerosi fizzy cocktail trovate anche il Sophia Loren Marylin Monroe, questa volta realizzato con Tanquery Gin, Bitter Martini Riserva Speciale, spumante, shrub di vaniglia e lampone.

Ma ci sono anche varianti più semplici, con meno ingredienti, facili da realizzare anche a casa: si possono fare con Gosling Rum e Gosling Ginger Beer (ghiaccio a parte) o anche con Porto bianco e tonica Fentimans.