di Valentina Dirindin 25 Ottobre 2019
pizza delivery

Il mondo del food delivery allarga sempre di più il suo target e conquista anche fasce di pubblico inaspettate, come quelle degli over 50, sempre più avvezzi a ordinare cibo da asporto. A sostenerlo è un’indagine condotta da Altroconsumo e svolta su un campione di 2500 persone, il 35% delle quali ha affermato di aver ordinato cibo a casa almeno una volta negli ultimi tre mesi.

Di per sé, già si tratta di un dato piuttosto interessante: più di uno su tre degli intervistati ordina cibo da asporto mensilmente, potremmo dire. Di più: la metà si quel 35% dichiara di aver ordinato cibo a casa almeno una volta negli ultimi tre mesi, e addirittura il 13% dichiara di avere oltre dieci ordini all’attivo. Degli habituée del food delivery, insomma.

Ma i dati più interessanti sono probabilmente quelli che riguardano il target di pubblico, che sembra allargarsi sempre di più: anche oltre i 49 anni si utilizza il servizio di cibo a domicilio, seppur sporadicamente (51%), mentre il 54% degli intervistati tra i 18 e i 34 anni si dichiara utente regolare. A cambiare sono le modalità dell’ordine: il pubblico dei cinquantenni utilizza per chiamare il cibo a domicilio una semplice telefonata (nel 37% dei casi), mentre l’app è utilizzata dal 65% dei giovani.

[Fonte: Altroconsumo]