Formaggi italiani: +12% export e acquisti interni a livelli pre-Covid

L'export del formaggio italiano bene soprattutto in Francia (+13,8%), Belgio (+20,8%) e Paesi Bassi (+15,6%)

formaggio

Più vivo che mai il mercato del formaggio italiano. Nel 2021 l’export registra un importante incremento e cresce anche la fette degli acquisti interni, che tornano ai livelli pre-Covid.

È questa la fotografia scattata dall’assemblea annuale di Assolatte. Le vendite all’estero dei formaggi italiani fanno infatti un salto del 12% rispetto al 2020, anche grazie alla cancellazione dei dazi di Trump.

I Paesi dove il nostro formaggio va forte sono: Francia (+13,8%), Belgio (+20,8%) e Paesi Bassi (+15,6%).  Il mercato si consolida anche in USA, con le esportazioni in terra americana che registrano un importante +27,3%. Per quanto riguarda il mercato interno, si è tornati ai livelli pre-Covid.

Continua in modo positivo anche il trend della produzione del latte con le consegne a +3,2%, superiore a quello medio europeo e il più alto fra i grandi produttori. La produzione casearia (+6%) viene trainata dalla mozzarella e da alcune Dop.

 

 

Potrebbe interessarti anche