Funghi allucinogeni, Denver li depenalizza: è la prima città americana

Denver è la prima città americana a dare il via libera ai funghetti allucinogeni. Se state pensando che non è una notizia da Dissapore, vi ricordiamo che in fondo si mangiano pure quelli. Quindi eccoci qui, a comunicarvi che da oggi, se siete appassionati del genere, potete pensare di prenotare un volo e fare un salto in Colorado per assaggiare i loro funghetti speciali. La proposta della legalizzazione di uso e possesso di funghi allucinogeni è stata fatta tramite referendum e, anche se i risultati verranno resi ufficiali solo il 16 maggio, già si sa che il sì ha vinto, seppure con una maggioranza risicata (il 50,66% dei voti). Di fatto, questo consente non il commercio dei funghi allucinogeni, ma l’uso esclusivamente in ambito privato e personale per chi abbia compiuto almeno ventun anni.

In realtà, precisa Repubblica, non cambierà la legge (possedere o vendere allucinogeni rimarrà di fatto illegale) ma “verrà modificato il protocollo della polizia per cui i reati legati ai funghi saranno considerati quelli con minore priorità. In sostanza viene chiesto agli agenti di polizia di guardare dall’altra parte”.
Il motore della proposta (che segue quella sulla legalizzazione della cannabis, approvata in Colorado già nel 2005) è stato anche lo studio sui possibili effetti benefici degli allucinogeni, che potrebbero aiutare a curare situazioni come ansia, depressione e disturbi post-traumatici.

[Fonte: La Repubblica | Foto: Pixabay]

Valentina Dirindin Valentina Dirindin

9 Maggio 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento