Gelato, la produzione europea cresce del 4%: l’Italia è al terzo posto

La produzione europea di gelato è cresciuta del 4% su base annua nel 2021, con l'Italia che occupa il terzo posto dei principali produttori.

cornetto gelato

Nel corso dell’anno passato l’Unione Europea ha prodotto più di 3,1 miliardi di litri di gelato, equivalenti a un aumento del 4% sul 2020. Si tratta di quanto emerso dalle più recenti rilevazioni diffuse da Eurostat, che premia la Germania come primo produttore con un volume complessivo di 614 milioni di litri. Seguono poi a ruota la Francia, forte di una produzione basata in conto proprio equivalente a 459 milioni di litri; e la nostra Italia, che ottiene la medaglia di bronzo con 381 milioni di litri totali. Interessante notare, per di più, che oltre ad aver conquistato il podio dei produttori la Germania si fa notare anche per aver prodotto, in media, il gelato più economico ad appena 1,4 euro al litro (mentre l’Italia, per riferimento, ha riportato un prezzo medio di 2,1 euro al litro).

gelato coppa

Osservando i dati inerenti ai movimenti di mercato, invece, apprendiamo che il primo esportatore di questa tipologia di prodotto è la Francia (57 milioni di chilogrammi di gelato, equivalenti al 22% delle esportazioni di gelato extra-Ue), seguita poi dai Paesi Bassi (che hanno esportato 38 milioni di chilogrammi di gelato, ovvero il 15% del totale delle esportazioni extra-Ue) e, ancora una volta, l’Italia (33 milioni di chilogrammi, ovvero il 13%). Complessivamente gli Stati membri hanno esportato 254 milioni di chilogrammi di gelato in Paesi extra Ue, per un valore totale di 850 milioni di euro; mentre il capitolo import segnala 71 milioni di chilogrammi, per un valore complessivo di 192 milioni di euro.