di Valentina Dirindin 9 Agosto 2020
ponte morandi - ph Wikipedia Di Davide Papalini

La catena di supermercati Basko ha donato alla città di Genova il camion simbolo del crollo del Ponte Morandi. Di certo lo ricorderete anche voi, quel furgone verde con il marchio bene in vista, fermo a pochi metri dal baratro.

Ecco, all’indomani della riapertura del tratto autostradale dove è avvenuta la tragedia in cui persero la vita 43 persone, il camioncino simbolo del crollo diventa una sorta di monumento cittadino. Il furgone è stato infatti riacquistato dalla Sogegross, proprietaria del marchio, dopo che l’appaltatore delle consegne per Basko lo aveva venduto a una società lombarda. 

L’obiettivo dell’operazione era quello di donarlo al comune di Genova, così come ha spiegato Lucia Bruzzone, portavoce del gruppo Sogegross: “Quando abbiamo saputo di questo passaggio, abbiamo deciso di acquistarlo per evitare che ne fosse fatto un uso improprio”. Un acquisto simbolico, ma non solo: il camioncino, che attualmente è parcheggiato nelle sede direzionale della Sogegross, a Bolzaneto “sarà a disposizione del Comune di Genova per qualunque utilizzo o se utile alla cittadinanza”, fanno sapere dalla Sogegross.

“L’apertura del Ponte Genova San Giorgio è motivo di orgoglio per la nostra città e per tutte quelle eccellenze italiane che hanno reso possibile una rapida conclusione dei lavori. Si tratta di un segnale di rinascita per Genova: ripartiamo da qui, dal nostro territorio, su cui siamo presenti da ormai cento anni, per guardare con fiducia ai traguardi futuri della città e dei suoi cittadini”.

[Fonte: Il Secolo XIX | Immagine: Wikipedia Di Davide Papalini]