Germania: mense universitarie tagliano la carne dai menu per accontentare gli studenti

Le mense universitarie tedesche tagliano la carne dai loro menu per andare incontro alle richieste degli studenti veg, la cui percentuale è in costante crescita.

In Germania le mense universitarie hanno deciso di andare incontro ai gusti degli studenti, che sempre più spesso seguono regimi dietetici vegani o vegetariani, e di tagliare la carne dai menu.

Secondo un sondaggio del 2019, sarebbe il 13,5% la percentuale della popolazione studentesca di Berlino (pari a circa 5,6 milioni di ragazzi) a preferire una dieta vegana, mentre un ulteriore 33% si era dichiarato vegetariano. Di conseguenza, si è pensato di andare incontro a queste crescenti esigenze, modificando i menu proposti.

cibo vegano

Niente più currywurst e schnitzel, dunque, ma legumi e verdure: sono trentaquattro le mense e i café per gli studenti di quattro diverse università che a partire da ottobre serviranno un menu che è per il 68% vegano, per il 28% vegetariano e per il 2% a base di pesce, con un’unica opzione di carne offerta quattro giorni alla settimana. Un trend sempre più in crescita: in tutta la Germania, le mense e le caffetterie universitarie offrono attualmente tra il 30 e il 50% di opzioni vegetariane.

Non è solo una questione di scelte di dieta, ma ha anche a che fare con i cambiamenti climatici, tema molto a cuore nelle università tedesche. L’Università Humboldt di Berlino (la più antica della città), per esempio, ha in programma di diventare climaticamente neutra entro il 2030.

Potrebbe interessarti anche