di Marco Locatelli 20 Agosto 2020
supermercato

La Germania ha dato l’ok all’etichetta a semaforo (nutri-score) per i cibi. A partire da oggi, parte dunque un nuovo sistema di identificazione del cibo che sarà però facoltativo.

L’obiettivo, come ribadito dal vice-capogruppo per la Cdu/Csu Gitta Conneman, è però di giungere ad un sistema di etichettatura comune per tutta l’Unione europea così da evitare la sovrapposizione incontrollata di informazioni in etichetta per gli alimenti.

“Le informazioni – ha spiegato la Connemann – non sono sempre comprensibili per tutti al primo sguardo e il Nutri-score può essere un aiuto […] I diversi sistemi nazionali come il sistema a batteria, il Nutri-score o il Keyhole confondono”. Insomma, ce ne vorrebbe uno uguale per tutti secondo la deputata.

Non pare però sulla stessa lunghezza d’onda – almeno fino a poco tempo fa – la ministra italiana delle Politiche agricole, alimentari e forestali Teresa Bellanova, che in passato, in merito al nutri-score, si dichiarò contraria ritenendolo un sistema troppo semplicistico.

FONTE: ANSA