di Marco Locatelli 28 Agosto 2020

A volte non c’è modo migliore di promuovere un prodotto “sporcandosi” le mani. È il caso di Gianni Sperti, ex ballerino conosciuto ai più per il suo ruolo di opinionista a Uomini e donne di Maria de Filippi (oltre che per essere l’ex marito di Paola Barale), che per sponsorizzare il vero pecorino sardo si mette a mungere una vacca.

I più attenti avranno già notato l’incongruenza (voluta?): promuovere un formaggio nato – come suggerisce il nome – da latte di pecora, mungendo una mucca.

View this post on Instagram

L'ALTRA SARDEGNA Tutto nasce dal mio desiderio incessante di vivere a contatto con la natura, con gli animali e di mangiare sano. Il mio obiettivo è sensibilizzare i giovani a continuare a coltivare anche la tradizione italiana, unica al mondo nei generi alimentari. Tutti cercano di imitare i nostri prodotti, la mozzarella, la pizza, gli spaghetti, le numerose varietà di formaggi ma resteranno sempre delle imparagonabili imitazioni. Qui sono ad Arborea, patria del latte sardo. A proposito di latte, in Sardegna c'è l'unico latte (DI PECORA) in grado di produrre il famosissimo pecorino sardo. (Va bene così?) Agevoliamo le aziende italiane e cerchiamo di mangiare i cibi italiani che sono di gran lunga qualitativamente superiori e sani. È stata una esperienza emozionante, mungere e sentire il latte caldo. Arborea adotta costantemente buone prassi per la tutela del territorio perché è solo rispettando l'ambiente e gli animali che riesce a garantire un futuro sostenibile alle generazioni di domani. #giannisperti #italia #italiano #cibosano #sardegna #laltrasardegna #fattoinitalia #prodottoinitalia Ph: @simone.pilia_photo

A post shared by GIANNI SPERTI (@giannispertiofficial) on

Ad accompagnare la foto “spot”, pubblicata (ovviamente) sul profilo Instagram, il racconto di un viaggio culturale del personaggio tv: “Qui sono ad Arborea, patria del latte sardo, l’unico latte in grado di produrre il famosissimo pecorino sardo e non solo. Agevoliamo le aziende italiane e cerchiamo di mangiare i cibi italiani che sono di gran lunga qualitativamente superiori e sani. È stata una esperienza emozionante, mungere e sentire il latte caldo. Arborea adotta costantemente buone prassi per la tutela del territorio perché è solo rispettando l’ambiente e gli animali che riesce a garantire un futuro sostenibile alle generazioni di domani”.