di Manuela 21 Agosto 2020
sashimi

In Giappone uno YouTuber è stato beccato mentre mangiava del sashimi al supermercato prima di pagarlo: doveva fare un video per il suo canale. E’ stato così condannato per furto. Ah, e nel frattempo si è anche scoperto che era positivo al Coronavirus e che aveva contagiato i poliziotti che lo avevano arrestato.

Lui si chiama Shota Harata, ha 29 anni ed è uno YouTuber: sulla piattaforma gestisce il canale Hezumaryu ed è noto per i suoi scherzi.

Il 29 maggio scorso Harata era andato in un supermercato della città di Okazaki: qui aveva mangiato del sashimi prima di pagarlo, filmando il tutto e pubblicando su YouTube. La quantità di sashimi mangiata era minima: 430 yen, pari a circa 3 euro.

Ebbene, per questo motivo la polizia di Nagoya ha deciso di arrestarlo e condannarlo per furto (che se lo facessero qui da noi, con tutti quelli che aprono le bottigliette dell’acqua prima di pagarle o che sgranocchiano le baguette prima ancora di essere arrivati alla cassa, altro che sovraffollamento delle carceri, sarebbero praticamente tutti in cella).

Ma non solo: una volta arrivato in prigione, ad Harata è venuta la febbre, motivo per cui è stato sottoposto a tampone: era pure positivo al Coronavirus e aveva girato in precedenza per diverse prefetture senza mai indossare la mascherina, contagiando diverse persone fra cui anche i poliziotti che lo avevano arrestato e diversi amici.