di Valentina Dirindin 1 Ottobre 2019

Giorgio Pinchiorri, proprietario e fondatore, insieme ad Annie Féolde, della celeberrima Enoteca Pinchiorri di Firenze, un’istituzione della ristorazione cittadina e italiana, parla per la prima volta dopo l’accusa di stalking da parte di una sua ex dipendente, che il patron del ristorante tristellato avrebbe ripetutamente pedinato e importunato con comportamenti inappropriati.

“Ne ho passate tante nella vita, supererò anche questa”, ha detto Pinchiorri, a quanto riporta l’Ansa, e afferma di sentirsi fiducioso di dimostrare la sua correttezza.

“Il mio assistito è preoccupato ma anche molto tranquillo”, afferma a conferma di ciò uno dei suoi difensori, l’avvocato Maria Cristina Paoli. Ora, dopo la conclusione delle indagini, il pm Solinas dovrà decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio nei confronti del ristoratore che – ricordiamo – è stato accusato da una donna 33enne che aveva lavorato come sommelier presso l’Enoteca, e sarebbe stata vittima di continui appostamenti, messaggi e telefonate.

Tanto che la ragazza aveva già denunciato il suo ex titolare, a cui pare fosse già arrivato un ammonimento del questore di Firenze. Non sufficiente, evidentemente, a risolvere la situazione, visto che l’ultimo episodio avrebbe avuto luogo nella notte tra giovedì e venerdì scorsi, quando la donna avrebbe trovato di nuovo Giorgio Pinchiorri all’esterno del ristorante dove lavora attualmente, facendo poi intervenire i carabinieri.

[Fonte: Ansa]