Grano duro, continua la crescita del prezzo: +80% rispetto a luglio

A crescere in maniera ancora più marcata è il grano di importazione, che supera ormai le 600 euro a tonnellata

Campo di grano

Prosegue senza sosta la crescita del prezzo del grano duro in Italia. Ad oggi, il frumento duro nazionale, sul mercato di Foggia, ha toccato il picco storico di 540 euro a tonnellata. Si tratta di un incremento dell’80% rispetto ai valori di luglio, e di oltre il 100% rispetto alla media del 2020 e del 135% rispetto alle quotazioni medie del periodo 2016-2020.

A crescere in maniera ancora più marcata è il grano di importazione, che supera ormai le 600 euro a tonnellata. Un rialzo che è conseguenza dei crolli produttivi registrati nelle principali aree di produzione e di esportazione: Canada e Stati Uniti.

“L’avvio ufficiale dell’attività della Commissione Sperimentale Nazionale (Csn) frumento duro si è pertanto verificato in un contesto di forte tensione internazionale e nazionale dei prezzi della materia prima” sottolinea Vincenzo Martinelli, Presidente della sezione Molini a frumento duro Italmopa, Associazione Industriali Mugnai d’Italia (Federalimentare – Confindustria).

“E’ tuttavia opportuno evidenziare – conclude – il ruolo imprescindibile e insostituibile delle Borse merci locali che, da sempre, operano con assoluta trasparenza”.

 

 

Potrebbe interessarti anche