di Valentina Dirindin 3 Maggio 2021
grecia

Riaprono i ristoranti e i bar in Grecia, dopo sei mesi di chiusura a causa delle restrizioni per arginare i contagi da Coronavirus. Visto il rallentamento dei contagi nel Paese, finalmente i locali potranno riaprire, esattamente come in Italia, solo con tavoli all’aperto e distanziati.

A ogni tavolo potranno sedersi un massimo di sei persone, contro le quattro attualmente previste dalle restrizioni attive nel nostro Paese. Il coprifuoco, in Grecia, è previsto alle 23, con chiusura dei servizi di ristorazione e somministrazione entro e non oltre le 22.45.

Un primo segnale di apertura importante, su cui si ripongono grandi speranze, nell’ottica di provare a ripartire e salvare la stagione turistica estiva, fondamentale per le attività greche. Una ripartenza, quella del turismo, auspicata anche dall’Unione Europea, come indica il Tweet di Ursula Von der Leyen, presidente della Commissione europea, che oggi parla della necessità “di rilanciare l’industria del turismo e di riavviare le amicizie frontaliere in sicurezza”, anche se ha specificato che “se emergono varianti dobbiamo agire in fretta: proponiamo un meccanismo di freno d’emergenza Ue”.

“Il rischio non è ancora finito”, ha voluto comunque sottolineare il ministro dello Sviluppo Adonis Georgiadis, invitando cittadini e gestori a continuare a usare prudenza nelle scelte.

[Fonte: Ansa]