di Valentina Dirindin 10 Settembre 2020
guida michelin 2020

La presentazione della nuova Guida Michelin 2021 si terrà il 25 novembre a Milano. Dopo l’Auditorium Paganini di Parma, che aveva ospitato la presentazione della Guida Rossa nel 2019, e il Teatro Municipale di Piacenza, che aveva ospitato la 65a edizione l’anno scorso, l’evento più atteso del panorama gastronomico si sposta quindi nella capitale del business italiana.

Una scelta che in qualche modo parrebbe corretta, vista l’importanza che Milano ha in Italia e nel mondo in tutti i campi, compreso anche quello dell’alta cucina. Certo, non una scelta originale né di nicchia, ma forse anche una sorta di compenso per una città che – in proporzione probabilmente anche più di altre – ha patito e sta patendo la grande crisi di quest’anno bisesto, funestato dalla pandemia del Coronavirus.

Si tratterà, come ogni volta, dell’annuncio delle stelle Michelin, dei nuovi ristoranti stellati, delle riconferme e di chi invece perde il riconoscimento (anche se date le circostanze difficili che sta vivendo il settore della ristorazione fanno pensare a un’edizione 2021 particolarmente buona), in lieve ritardo sulla tabella di marcia, come annunciato sul Corriere della Sera.

Grande novità di quest’anno sarà l’assegnazione di un premio speciale ai ristoranti ecosostenibili. Non per forza stellati, riporta sempre il Corriere, il riconoscimento green sarà indipendente dall’ambito macaron.