di Marco Locatelli 18 Luglio 2020

Chi è nato negli anni 70′ e 80′ non può non essere cresciuto con i cartoni animati giapponesi, e tra questi un posticino d’onore lo avrà sicuramente (più o meno per tutti) Heidi, anime disegnato da Hayao Miyazaki. Ma in pochi sanno che è proprio grazie a questo anime se l’Heidi Cheese – che poi sarebbe l’emmental – è arrivato in Giappone.

A raccontare questa curiosità ai colleghi di Movieplayer è Valeria Arnaldi, giornalista e scrittrice di numerosi libri in merito allo Studio Ghibli e alla figura di Hayao Miyazaki: “Uno degli sponsor di Heidi – racconta la scrittrice – era proprio una ditta di latticini, forse per questo vedevamo sempre il nonno di Heidi mangiare pane e formaggio, quasi fosse un messaggio subliminale!”

Ma, più in generale, il cibo nelle opere di Miyazaki e del suo Studio Ghibli viene rappresentato più bello di quello che è. “Il cibo viene mostrato con la lentezza e la cura della preparazione – sottolinea Arnaldi -, c’è tutto un discorso di cultura nipponica e nelle sue opere viene mostrato più bello di quello che è in realtà. Questa è una forma di rispetto che Miyazaki ha ereditato nei suoi lavori precedenti”.

FONTE: Movieplayer.it