di Valentina Dirindin 2 Ottobre 2019
herbalife

Herbalife, azienda internazionale che si occupa di prodotti alimentari per il controllo del peso e cura della pelle, pagherà 20 milioni di dollari per aver indotto in errore gli investitori cinesi: è quanto annunciato dalla Sec, la Securities and Exchange Commission, l’ente federale statunitense preposto alla vigilanza della borsa valori.

La Sec ha infatti accusato Herbalife, società che funziona con il metodo del marketing multilivello, di aver rilasciato dichiarazioni false e fuorvianti agli investitori in merito al suo modello di business in Cina, Paese dove il marketing multilivello è sostanzialmente vietato.

Per conformarsi alla legge cinese, Herbalife avrebbe quindi dichiarato di aver pagato i distributori in base al numero di ore di lavoro, ma la Sec sostiene che tali affermazioni fossero false, e che i distributori non siano in realtàà stati pagati a ore, ma tramite il numero di acquisti di prodotti effettuati, attraverso l’invio di fatture prestampate.

“Herbalife ha privato gli investitori di preziose informazioni necessarie per valutare il rischio e prendere decisioni di investimento informate”, ha affermato Marc P. Berger, direttore dell’ufficio regionale della SEC di New York.

Non è la prima volta che alla società, operante in oltre novanta Paesi, vengono contestate le pratiche commerciali: l’ultima volta, nel 2015, la Federal Trade Commission aveva multato l’azienda per 200 milioni di dollari.

[Fonte: Forbes]