di Marco Locatelli 24 Luglio 2020
birra

Italian Hops Company e Birrificio Italiano presentano la birra Hop Tony, Hop!, la prima birra prodotta interamente con luppolo autoctono italiano e nata dopo un importante lavoro di ricerca.

Per poter raggiungere questo risultato, infatti, “la Italian Hops Company – si legge nel comunicato stampa – è riuscita quest’anno in quello che era sin dall’inizio della propria attività suo obiettivo principale: isolare e propagare antiche varietà autoctone, trovate sul territorio in forma selvatica, e renderle disponibili per la birrificazione”.

Grazie alla collaborazione con l’Università di Parma, Italian Hops Company ha isolato nel territorio di Marano sul Panaro alcune genetiche. Il programma di ricerca sul luppolo autoctono italiano – prosegue il comunicato – nasce nel 2011 in provincia di Modena, sulla scorta di documenti storici che attestano che in passato la zona fosse vocata a una fiorente coltivazione di varietà centroeuropee: partendo da questa premessa, il Comune di Marano sul Panaro, il Dipartimento di Scienze degli Alimenti dell’Università di Parma e Italian Hops Company si sono attivate per ripristinare questo tipo di produzione; sia impiantando per uso commerciale cultivar statunitensi, britanniche, polacche e tedesche, che soprattutto cercando di recuperare le varietà autoctone italiane.

Queste varietà, genetiche locali la cui linea discende dalle antiche progenitrici importate dai campi dell’Europa continentale, sono state battezzate Æmilia e Futura,. Birrificio Italiano è stato quindi scelto da IHC come partner per il lancio delle varietà autoctona.

La Hop Tony, Hop! è una birra a bassa fermentazione dal colore giallo dorato e dalle sottili note di cereale: la cotta è stata divisa in due lotti distinti, uno con dry hopping di solo luppolo Æmilia, uno completato con DH di Futura.