Il Buonappetito – La classifica dei 50 piatti migliori del mondo

Non faccio in tempo a distrarmi un attimo, a farmi una piccola vacanza, che la CNN pubblica la “Classifica dei 50 piatti migliori del mondo”.

Quando il pezzo è andato on-line verosimilmente stavo tendando di mungere una mucca in Alto Adige o inseguendo un figlio che tentava di buttarsi in un torrente, quindi me ne accorgo solo ora.

Capisco dunque che ognuno avrà già detto la propria e che la mia opinione risulterà fresca come un tramezzino in un bar poco frequentato, ciononostante non resisto dall’esprimerla.

A me le classifiche divertono. A partire da quelle, tante, che fa Dissapore.

Mi divertono e mi incuriosiscono. Mi danno un sacco di informazioni.

Ma non dimentico mai due cose: la prima è che il vero motivo per cui il web ne produce a fiotti è che i social ne vanno matti, e dunque producono un sacco di click; il secondo è che, per parafrasare il grande Clint, “le classifiche sono come le palle: ognuno ha le proprie”.

In base a queste considerazioni, leggo le classifiche come elenchi, senza badare alle posizioni. Vedo invece un sacco di gente che sulla rete s’incazza perché la pizza è solo seconda, mentre primo è il Massaman Curry thailandese.

E com’è possibile che il cioccolato, medaglia di bronzo, sia quello messicano?

E perché mai l’hamburger è accreditato come piatto tedesco?

E il gelato americano!!!!????

E il kebab – al diciottesimo posto – può mai essere migliore delle lasagne, al ventitreesimo?

Le uniche classifiche in cui credo sono quelle oggettive: chi arriva primo nei duecento stile libero, chi prende più voti alle elezioni (e pure qui…). Ma le altre non le odio. Anzi, mi stimolano.

Sapete cosa sono certo di fare, dopo aver letto quella della CNN?

Andrò subito a cercare un posto dove provare il Massaman Curry.

Qualcuno ha la classifica dei migliori ristoranti thai di Milano?

Luca Iaccarino

3 agosto 2017

commenti (10)

Accedi / Registrati e lascia un commento

  1. Va già bene che la pizza è data per italiana e non di New York come molti statunitensi credono. E la foto che hanno abbinato alla lasagna deve essere stata scelta apposta per giustificare il posizionamento in classifica!

  2. Mi pare una classifica USA-oriented (come è ovvio che sia)… non tanto per i piatti americani quanto per i piatti che si reperiscono facilmente in USA.
    Se quella è una paella io sono davvero Beyoncè.
    Per la lasagna ;((((
    Comunque apprezzo l’80% delle pietanze citate, il restante 20… è perchè non l’ho ancora assaggiato! 🙂

  3. Lo sapete da dove ha origine il cioccolato, e dove veniva trattato come alimento sacro 2000 e più anni fa? Rispondetevi da soli…

  4. La classifica si riferisce ai 50 migliori cibi e non i 50 migliori piatti. include infatti il ketchup e lo sciroppo d’acero.
    ovviamente è “una cagata pazzesca”: basta vedere dove è posizionato il prosciutto di Parma, ma soprattutto leggerne la descrizione.

  5. Per rispondere alla tua domanda finale. Conosco una thailandese che vive da tempo a Milano, quando le ho chiesto dove si mangiasse bene thailandese a Milano mi risposto “da nessuna parte”, aggiungendo anche “manco a casa mia” 😉

    1. In base alla mia esperienza ed ai miei gusti” manco in Thailandia “. L’unico posto dove ho mangiato benissimo durante il soggiorno e’ stato al buffet dell’ Hotel Oriental , che consiglio ,un pantagruelico banchetto extralusso ( aragoste e gamberoni inclusi ) sulla terrazza in riva al fiume , al costo di una cena in trattoria . Ma si trattava soprattutto di cucina internazionale .
      La Thailandia e’ l’ unico paese da me visitato in cui , alla fine , messo di fronte ai piatti locali mi ” rifugiavo “nella scelta di hamburger e patatine .

    2. Del cibo mangiato in Thailandia ricordo l’onnipresente sapore di citronella…
      salvo solo il pesce alla griglia (per il quale imploravamo costantemente, please no sauce!!!!)

«
Privacy Policy