Luca Iaccarino

Luca Iaccarino

ultimi post


Al Mèni 2019 a Rimini: da Massimo Bottura ai prodotti agricoli, cosa non perdere

Che Massimo Bottura non si fermi mai non è una notizia. L’uomo, si sa, fa tutto. È come se fossero cinque in uno. Come è possibile? Ha dei sosia come Saddam? Delle controfigure? Ologrammi? Superpoteri? Com’è, come non è, anche quest’anno, per il sesto, s’è preso anche la briga di promuovere Al Mèni (“le mani”, ...

0 commenti

Michele Cannistraro dona la vincita di MasterChef All Stars ai detenuti: c’è speranza

Vedi che anche lo show business ha un’anima. E chi se l’aspettava. Prendi MasterChef All Stars, ad esempio, l’edizione speciale del programma che ha pescato 16 concorrenti delle sette stagioni passate e li ha messi uno contro l’altro a dicembre (su Sky, poi a inizio 2019 su TV8). Bene: vinse Michele Cannistraro, lo ricordate? Il ...

0 commenti

Central a Lima: com’è mangiare 16 altitudini nel ristorante di Virgilio Martinez

In fundo, Virgilio. Eccomi qua, alla fine del mio viaggio peruviano, in uno dei più osannati ristoranti del pianeta, ospite di uno dei cuochi più rivoluzionari del mondo: il Central di Virgilio Martinez, a Lima. Il Central è secondo nella Fifty Best Latin America (era primo nel 2016), sesto nella Fifty Best generale (in cui ...

0 commenti

Pisco Sour fai-da-te, tallarin e curiosità varie sulla cucina del Perù

Prepararsi da soli il Pisco Sour e altre cose che ho imparato nelle ultime 36 ore: dai tallarin alle cucine meticce, un estratto di curiosità sulla cucina del Perù.  La cosa più rilevante che ho imparato nelle ultime 36 ore in Perù è stata il prepararmi da solo il Pisco sour. Per questo devo ringraziare ...

0 commenti

Mangiare in Perù senza usare TripAdvisor: il metodo

Il metodo antropologico è l’unico possibile per affrontare un viaggio senza farsi trattare da turista al ristorante, ecco, per esempio come mangiare in Perù senza usare Tripadvisor.  Diciamolo: sui locali turistici TripAdvisor ci azzecca, ma di quelli ruspanti non capisce una mazza. Quando si tratta di trovare un postaccio, un’osteria, una trattoria preferisco il “metodo antropologico“: ...

2 commenti

Cuy! Ho mangiato il porcellino d’India arrosto in Perù e vi dico com’è

Il Cuy, o meglio il porcellino d’India – per non dire topo – mangiato arrosto in Perù per doveroso rito turistico e raccontato per filo e per segno.  Nel rapporto con le attrazioni turistiche le persone si dividono in tre tipi. Quello le che rifugge considerandole volgari svaghi per le masse. Quello che ci si ...

0 commenti

Foodexp a Lecce: la manifestazione intelligente, dal 15 al 17 aprile

Eccolo qua che esplode l’orgoglio pugliese. Sempre più forte. Sempre più determinato. La settimana prossima Lecce si consolida come uno dei cuori della gastronomia nazionale con la seconda, promettente edizione di “Foodexp – I luoghi e i cuochi che cambiano il mondo.” Si terrà presso Torre del Palco, per l’esattezza, il 15, il 16 e ...

0 commenti

Pino Banana a Savona: recensione dell’inaspettato

Siamo stati da Pino Banana, oste (o meglio, verduriere) di Savona che la sera trasforma il suo negozio in un ristorante imperdibile. Inutile che lo cerchiate su internet, Pino Banana esiste solo nel suo locale. Ecco la recensione.  E poi, d’un tratto, scopri Pino Banana. È difficile da trovare, Pino Banana. Già si chiama Pino ...

0 commenti

Courmayeur: rivalutatela con questi due ristoranti

Nelle località turistiche si mangia prevalentemente malissimo, si paga carissimo e di solito non puliscono il bagno. E Curma non fa eccezione. Ove per Curma, memore dei film anni Ottanta con Zampetti o la Contessa Serbelloni, intendo Courmayeur, bellissima ma gastronomicamente straziante località sciistica valdostana. SuperG A Curma entrare in un locale è una roulette ...

1 commenti

La pausa pranzo non può costare 25 euro: qualcuno ci pensi

Si è molto tornati a parlar di trattorie e la cosa non può che farmi piacere: adoro le trattorie in tutte le loro cinquanta sfumature. Poi, in realtà, nel mondo gastronomico contemporaneo si intendono per “trattorie” i ristoranti informali che fanno cucina d’impronta tradizionale ammodernata: in sostanza quel che da vent’anni Slow Food chiama “osterie” ...

8 commenti

Abruzzo: stupore ventricina!

Abruzzo: stupore ventricina! Il salume abruzzese, specie nella versione di Scerni, è una delizia da conoscere

0 commenti