Identità Golose 2019: programma, novità e tutto ciò che vi serve sapere

È in arrivo Identità Golose 2019, la quindicesima edizione del congresso italiano sulla cucina d’autore, a Milano, da sabato 23 a lunedì 25 marzo. Per quanto possibile, abbiamo cercato di riassumere il programma e le tematiche che saranno approfondite, con un occhio di riguardo alle novità e agli chef protagonisti, che, come sappiamo, ogni anno approdano con nuove ricette, racconti e riflessioni.

 

Il programma e gli ospiti

Tre giornate di incontri, con un unico filo conduttore, il “Fattore Umano – Costruire Nuove Memorie“, un’apologia della creatività culinaria. Ecco cosa non potete perdervi, giorno per giorno:

identità golose 2019

Sabato 23 marzo

In mattinata si parlerà di cibo e televisione, con la prima edizione del format Identità TV – 60 anni di alta qualità a tavola; a partecipare saranno i volti delle trasmissioni italiane più iconiche, dai giudici dei talent Antonino Cannavacciuolo (Masterchef), Clelia d’Onofrio e Ernst Knam (Bake Off), alla regina dei cooking show Antonella Clerici (La prova del cuoco), fino ai protagonisti più attuali, come Isabella Potì.

Un altro nuovo esordio è quello di Contaminazioni: le frontiere nel mondo del food, saranno discusse da otto chef, tra cui José del Castillo, portavoce della nueva cocina peruviana, Antonia Klugmann, con la sua gastronomia di confine, e Yoji Tokuyoshi, con la sua cucina italiana contaminata.

Ritornano Dossier Dessert e Identità di Gelato, con la coppia ormai assodata Paolo Brunelli e Moreno Cedroni. Poi Identità Naturali, a tema cucina-green, locale e sostenibile, e Identità di Champagne (che si svolgerà durante tutto l’evento), con la partecipazione di Martina Caruso, la più giovane cuoca stellata della Guida Michelin.

Domenica 24 marzo

Nella giornata principale dell’evento la conferenza all’auditorium vedrà come protagonisti i grandi ospiti. Quindi Massimo Bottura, Davide Oldani, Carlo Cracco, Andrea Berton e Heinz Beck, ma anche le attesissime novità internazionali José Avillez, Tim Raue (37esimo dei World’s 50 Best Restaurants 2018), e Diego Guerrero.

identità golose 2019

Altra novità della manifestazione, Nuove Identità, Italia-Mondo, un focus sulle più interessanti novità del panorama gastronomico internazionale, con dieci chef promettenti e giovani certezze. Tra questi Alberto Gipponi, di Dina (Gussago) e Giuseppe Lo Iudice e Alessandro Miocchi di Retrobottega (Roma).

Dopo il successo dello scorso anno torna Identità di Sala, con Niko Romito, affiacata da altri approfondimenti su temi specifici, attraverso Identità di PastaIdentità di Formaggio e la new-entry Identità di Carne, con Diego Rossi della trattoria Trippa.

Lunedì 25 marzo

L’appuntamento si concluderà con gli interventi di altri grandi nomi, fra ospiti dei giorni precedenti e nuovi, come Giorgio Locatelli, che prenderà parte a L’arte dell’ospitalità, grande Italia nel mondoCristina Bowermann e Solaika Marrocco, con un dibattito dal titolo Migrare è Sopravvivere. Si parlerà anche di Pasticceria italiana contemporanea e lievitati, con Identità di Pane e di Pizza, con Franco Pepe, ideatore della Margherita sbagliata; ultima giornata anche per Identità Cocktail, il programma dedicato all’universo beverage (anche in questo caso, esteso per l’intera durata dell’evento).

identità golose 2019

 

Biglietti e informazioni utili

Identità Golose è aperto al pubblico, per i tre giorni della manifestazione, dalle 9,30 alle 18,30.  Per partecipare occorre iscriversi tramite il sito, dove è possibile consultare gli eventi e i prezzi dei biglietti, a partire da 50 euro fino a 550 euro per il pacchetto completo di ingresso per tre giorni e accesso a tutte le sale.

Per maggiori informazioni su ospiti e orari, vi consigliamo di dare uno sguardo al programma completo.

La sede dell’evento è il MiCo – Milano Congressi, che si trova in Via Gattamelata, ingresso 14.

Per informazioni utili sui trasporti, vi rimandiamo al link del sito ufficiale.

Avatar Giovanni Giorgi

18 Marzo 2019

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento