di Anna Silveri 13 Novembre 2018

Non è la prima volta che parliamo del Tortellante da queste parti.

[Massimo Bottura presenta Il Tortellante, laboratorio di pasta per ragazzi autistici]

Perché il laboratorio didattico ideato nel 2016 dall’associazione Aut Aut di Modena, che consente ai ragazzi affetti da disturbi dello spettro autistico di imparare –con l’aiuto delle mitiche “sfogline” locali– come si preparano i tortellini e la pasta fresca, merita di non passare inosservato.

Specie se il primo sostenitore e testimonial è Massimo Bottura, che ha definito il Tortellante, da quest’anno anche Associazione di promozione sociale riconosciuta dalla Regione Emilia-Romagna, “una rivoluzione tranquilla”. Lo chef modenese ha parlato di “progetto che profuma di libertà e cambiamento, una rivoluzione capace di affrontare la disabilità in modo positivo migliorando il futuro dei ragazzi, e anche un po’ tutti noi”.

La notizia è che ora Il Tortellante ha trovato una nuova sede.

Ospitato nella palazzina dell’ex Mercato Ortofrutticolo in via Borelli a Modena, prevede al piano terra il laboratorio di pasta fresca e al primo piano le residenze per i 25 ragazzi autistici tra i 15 e i 25 anni che frequentano il laboratorio.

Un’altra occasione per loro di migliorare l’autonomia e apprendere un mestiere.

[Crediti | Gazzetta di Modena]