di Marco Locatelli 8 Gennaio 2020

Numeri impressionanti quelli che stanno arrivando in questi giorni dall’Australia: il paese sta infatti attraversando una vera e propria apocalisse di fuoco, con oltre 20 persone morte, quasi 1 miliardo di animali uccisi dalle fiamme, ettari di vegetazione spazzata via, 1500 case distrutte e migliaia di sfollati.

Numeri che hanno ben presto dato il via a diverse gare di solidarietà, tra queste anche una locale promossa da ristoranti e bar che donano parte del loro ricavato per aiutare le persone colpite dagli incendi.

Non solo: il popolare festival Melbourne Food and Wine ha dato il via su Instagram all’hashtag benefico #restaurantsforrelief per attivare eventi e campagne di raccolta fondi. Anche diversi locali di Londra si stanno muovendo per organizzare eventi e serate il cui ricavato servirà ad aiutare le persone colpite dai catastrofici incendi australiani.

Ovviamente – per noi italiani, che difficilmente potremmo contribuire alla gara di solidarietà dei ristoratori australiani con la nostra presenza – esistono tantissime modalità per effettuare una donazione diretta, ad esempio, versando una somma a Wires, la più grande organizzazione per il salvataggio e la riabilitazione della fauna selvatica in Australia. Esistono tante altra associazioni, come Port Macquarie Koala Hospital, RSPCA nel Nuovo Galles del Sud, Food Bank Bushfire Appeal, Dana Mitchell per Kangaroo Island Wildlife Park.