India, studenti boicottano la mensa perché la cuoca è di casta bassa

In una scuola superiore in India le famiglie più ricche hanno spinto gli studenti a non mangiare in mensa a causa delle origini della cuoca.

mensa

La cuoca è di una “casta inferiore“, e le famiglie più agiate impongono agli studenti di boicottare la mensa scolastica: è quanto è successo nella scuola superiore statale di Jaul, nell’India nord-orientale. La situazione si protrae da almeno una settimana, e ha avuto inizio nel momento in cui si è venuto a sapere che la cuoca appartiene alla casta dei Dalt, ossia degli ex intoccabili.

mensa

Un episodio che chiaramente ha il puzzo del “razzismo di casta”, nonostante i genitori degli studenti in questioni ribadiscano che la loro è una semplice protesta dovuta al fatto che la cuoca in questione è stata favorita proprio per le sue umili origini, mentre c’era una candidata molto più adatta al ruolo (una candidata che, chiaramente, appartiene a una “casta superiore”). La cuoca, però, è stata assunta nel pieno rispetto delle norme del governo e la sua nomina fu approvata dal consiglio di istituto di cui, di fatto, fanno parte anche i rappresentanti delle famiglie.

A denunciare il tutto ai media è il preside dell’istituto, Prem Singh: “I primi giorni non ci sono state obiezioni”, racconta. “Ma quando si è diffusa la notizia della provenienza della cuoca, le famiglie delle caste superiori hanno imposto ai ragazzi di boicottare i pasti; di un centinaio di studenti, solo tredici, anche loro appartenenti a caste protette perché emarginate, mangiano il cibo cucinato dalla nostra cuoca. Gli altri si portano il pranzo da casa”.