Irlanda: la variante Delta rimanda ancora l’apertura dei locali al chiuso

Non riaprono ancora i locali al chiuso in Irlanda, a causa dell'aumento di casi di Coronavirus: forse se ne parlerà a fine luglio.

pub

Ancora rimandata in Irlanda l’apertura di pub e ristoranti al chiuso, a causa della variante Delta del Coronavirus.

L’ospitalità al coperto avrebbe dovuto riaprire il 5 luglio, ma nel frattempo i nuovi casi di Covid-19 nel paese hanno ricominciato a crescere. Ora si inizia a lavorare per riaprire verso fine mese, anche se non c’è ancora una data certa: quel che si sa – come ha detto chiaramente il primo ministro Micheál Martin è che “il ritorno alle attività al coperto, compresa l’ospitalità, sarà ritardato”. C’è chi parla del 19 luglio, ma l’Irish Mirror riferisce come data più probabile il 26.

“Nulla è stato ancora fissato in termini di date”, ha confermato Martin, “Ma stiamo cercando di facilitare la riapertura dell’ospitalità indoor in linea con i consigli del National Public Health Emergency Team che abbiamo ricevuto”.

È anche probabile che, seguendo la raccomandazione che è stata fatta dal National Public Health Emergency Team, quando si riaprirà il governo deciderà di limitare l’accesso ai locali al chiuso esclusivamente a coloro che sono in possesso del green pass, e dunque che hanno completato il ciclo vaccinale o sono guariti dal Covid-19. Secondo il primo ministro è questo “Il modo più sicuro per procedere con il ritorno all’ospitalità indoor”.

[Fonte: The Irish Mirror]

Potrebbe interessarti anche