James Cameron indigna gli animalisti: vegano da anni, partecipa a uno show di delfini per promuovere Avatar 2

James Cameron, per promuovere Avatar 2, ha partecipato a uno show di delfini. Peccato che sia vegano da anni, cosa che ha scatenato le ire degli animalisti.

James Cameron in piscina

Può un vegano dichiarato presentarsi a uno spettacolo con animali? Tecnicamente no. Eppure James Cameron, vegano dichiarato da anni, ha partecipato a uno show con delfini per promuovere Avatar 2 (Avatar: La Via dell’Acqua). Con l’unico risultato di aver fatto indignare orde di vegani e animalisti.

James Cameron, vegano all’occorrenza?

delfini

Il problema è che la maggior parte dei vegani lo diventa non solo per motivi alimentari, ma di etica e rispetto degli animali. I vegani non tollerano alcuna forma di sfruttamento degli animali, che si vada dal mangiare le uova da loro prodotte all’assistere a spettacoli in cui vengono usati animali.

Il che spiega perché la partecipazione di James Cameron a uno spettacolo di delfini abbia indignato gli animalisti. Il regista si trovava a Tokyo per promuovere il suo film insieme a Jon Landau, Sam Worthington, Zoe Saldana, Sigourney Weaver e Stephen Lang.

Oltre alla classica conferenza stampa, il regista e il cast hanno assistito a uno spettacolo a tema Avatar, il tutto in un parco marino. Proprio Cameron ha introdotto lo spettacolo dicendo a tutti “Benvenuti su Pandora”. Nello spettacolo c’erano anche un gruppo di delfini che eseguivano trucchi e ciò che era stato insegnato loro.

Cameron, al termine dello spettacolo, ha anche applaudito, dichiarando che gli stessi delfini avevano accettato di parteciparvi. Il regista ha aggiunto che amava i delfini, la loro intelligenta, socievolezza e capacità di interagire e imparare.

Tuttavia la PETA non ha gradito questa partecipazione. Lisa Lange, vice presidente seniori di PETA USA, ha dichiarato che James Cameron ha aspettato 13 anni affinché si sviluppasse la giusta tecnologia per dare vita al mondo sottomarino di Pandora. Dunque perché non si è fermato per cinque minuti a pensare se fosse il caso di farsi vedere come un sostenitore della crudeltà dei parchi marini?

Lange ha continuano sostenendo che confinare i delfini in vasche di cemento e usarli come tavole da surf, cavalcandoli come se fosse uno spettacolo circense, è qualcosa che farebbero i villain di Avatar.

Anche l’attivita Bailery Manson ha aspramente criticato il regista: da un ambientalista di alto profilo come il cineasta, ci si aspetta che non si associ mai a spettacoli crudeli come questi.

La cosa curiosa è che nel 2009 James Cameron aveva lavorato al film The Cove, dove si parla proprio dei diritti degli animali e dove ci si concentra sulla caccia ai delfini in Giappone. Molti dei delfini catturati vengono proprio venduti a parchi marini come quello da lui frequentato. Dunque perché partecipare a uno show del genere? Forse che quando il lavoro chiama, l’etica viene un attimo messa in stand-by?