di Valentina Dirindin 14 Dicembre 2020
cibo in aereo

Japan Airlines, la compagnia aerea giapponese, ha chiesto ad alcuni dei suoi viaggiatori di fare una “scelta etica” saltando i pasti a bordo dei loro voli, per ridurre gli sprechi alimentari.

La compagnia aerea ha tenuto a precisare che non si tratta di un taglio dei costi, ma appunto di una scelta contro il food waste. L’opzione è attualmente disponibile solo su determinati voli notturni all’interno dell’Asia, visto che si è notato che molti passeggeri scelgono di dormire durante l’intero volo invece di svegliarsi per il servizio pasti. Poiché la compagnia aerea prepara un pasto per ogni persona a bordo, un passeggero che preferisce dormire durante il servizio pasti – o che preferisce gli spuntini portati da casa – si traduce in uno spreco di cibo, spiega la compagnia aerea.

A causa della pandemia, relativamente poche persone stanno volando in questi mesi: ciò dà alla compagnia aerea l’opportunità di un lancio graduale di questa nuova possibilità.

I viaggiatori possono scegliere di rinunciare al servizio pasti al momento della prenotazione del loro volo, nella stessa maniera in cui possono, ad esempio, richiedere un pasto vegano. E questa non è l’unica nuova iniziativa al passo con i tempi di Japan Airlines che, per esempio, a settembre ha abbandonato la formula “signore e signori” ed è passata a saluti più inclusivi in fatto di genere.

[Fonte: CNN]