di Valentina Dirindin 29 Aprile 2021
Joe Biden dazi

L’America di Joe Biden ha come obiettivo la riduzione dell’emissione di gas serra, ma vuole farlo – almeno per il momento – senza intaccare uno dei consumi preferiti dagli Americani: quello della carne.

Perché è vero che il cambiamento climatico è un’urgenza per tutti, ma è anche vero che l’argomento del consumo di carne, per la patria degli hamburger e della pancetta, non è facile da toccare.

Così, quando Biden ha annunciato di voler ridurre della metà le emissioni di gas serra entro la fine del decennio, su Twitter si sono scatenati i timori dei consumatori statunitensi: non è che ora ci chiederà i ridurre il consumo di carne? Se l’era chiesto anche il tabloid britannico Daily Mail, che suggeriva appunto una correlazione tra gli obiettivi ambientali dichiarati da Biden e la necessità – per raggiungerli – di limitare il consumo di carne rossa a circa un hamburger al mese pro capite.

L’idea aveva fatto indignare il web, ma al momento non c’è alcuna evidenza che la Casa Bianca abbia intenzione di fare dichiarazioni sul tema, e alla fine è arrivata anche la smentita del dipartimento delle politiche agricole degli Stati Uniti.

No, l’amministrazione Biden non costringerà gli Americani a rinunciare al loro consumo quotidiano di carne. Perché va bene salvare il pianeta, ma senza mettere troppo a rischio i propri voti.

[Fonte: Washington Post]