di Valentina Dirindin 6 Gennaio 2020
jre

La sezione italiana di JRE, l’associazione che riunisce i giovani ristoratori d’Europa, inizia il 2020 con aria di crisi, e con diverse defezioni tra gli chef che ne fanno parte. Pare infatti che siano circa dodici gli chef che hanno deciso (molti annunciandolo su Facebook, prima ancora di dare l’addio ufficiale) di abbandonare i Jeunes Restaurateurs d’Italia, un’associazione che non molto tempo fa veniva considerata quasi una sorta di passaggio preferenziale per ottenere l’ambitissima stella Michelin.

E invece? Cosa è successo in questi ultimi mesi? Non è dato saperlo, in realtà, ma a giudicare da alcuni post polemici apparsi sui social l’aria non è di certo serena. Christian Milone, chef una stella Michelin alla Trattoria Zappatori di Pinerolo (in provincia di Torino), dice in un post su Facebook che è addirittura un “sollievo” uscire dall’associazione di cui è stato membro attivo molti anni. E anche  Iside de Cesare, chef de La Parolina di Trevinano (una stella Michelin in provincia di Viterbo), affida ai social il suo addio.

A mettere insieme i pezzi di questa crisi della sezione italiana dei Jeunes Restaurateurs d’Europe è Scatti di Gusto, che conta più di 12 defezioni accreditate da rumors e dichiarazioni via social network. Il motivo? Pare sia troppa comunicazione e pochi fatti, e così alcuni membri si sono sentiti abbandonati e messi da parte dall’associazione.

[Fonte: Scatti di Gusto]