di Valentina Dirindin 16 Febbraio 2021

Alla pandemia che mette in crisi il mondo intero in Africa si aggiunge una terribile invasione di locuste: i biblici insetti infatti stanno drammaticamente mettendo in pericolo i raccolti del Kenya.

La situazione è tale che la FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura ha unito le forze con 51 Degrees, società specializzata nella gestione di riserve protette, per risolvere il problema.

L’aiuto arriverebbe da una reimpostazione del software della società, normalmente utilizzato per individuare bracconieri, animali selvatici feriti e operazioni illegali di disboscamento, per individuare invece gli sciamo di locuste e poter in qualche modo prevenire i danneggiamenti dei raccolti.

Il ministro dell’agricoltura kenyota Peter Munya ha dichiarato in conferenza stampa che il paese è ben preparato a contenere la minaccia rappresentata dagli insetti, ma la situazione sembra essere tutt’altro che sotto controllo. A oggi sedici delle 47 contee che compongono il Kenya hanno dichiarato di essere state invase dai devastanti sciami provenienti dall’Etiopia e dalla Somalia.

Le perdite per gli agricoltori sono già ingenti, ma anche gli allevatori chiedono l’intervento del governo, visto che gli insetti attaccano anche l’erba che foraggia le vacche da latte. Perfino gli alberi – raccontano le testimonianze – sono stati spezzati dalla terribile invasione. Un problema che più volte è stato attribuito anche al cambiamento climatico, e che anche per questo richiede sempre di più l’attenzione degli organismi sovranazionali.

[Fonte: Ansa]