Latte versato

Si è spogliato nudo per la strada, e si è fatto gettare da dieci allevatori complici una serie di secchiate di latte addosso: è la performance di denuncia realizzata da un artista sardo, per protestare contro il prezzo del latte, arrivato ormai a 60 centesimi al litro.

L’episodio è andato in scena nella zona industriale del comune di Borore, in provincia di Nuoro, dove l’artista Nicola Mette ha deciso di fare un gesto per richiamare l’attenzione del Governo e della Regione sulle richieste e sui problemi dei produttori di latte sardi.

“Mettendomi nudo al centro della scena dello sversamento del latte mi sono voluto mettere nei panni degli allevatori, vittime del mercato: il lavoro è sempre lo stesso, ma la retribuzione diminuisce costantemente”, ha spiega all’ANSA l’artista sardo, oggi trapiantato a Milano. “E allora mi sono presentato nudo, proprio come lo sono i pastori, nudi e in balia di altri. Un modo per riportare al centro dell’agenda politica la vertenza latte, che non può finire nell’oblio”. Una performance sicuramente provocatoria, che però pone i riflettori su un problema drammaticamente e perennemente attuale, quello del mercato del latte italiano e delle quote lattee. Come ha spiegato Matte all’Ansa, infatti, “L’obiettivo è di denunciare ma anche far riflettere e riaccendere i riflettori su questioni che altrimenti rischiano di essere completamente oscurate”.

[Fonte: Ansa]

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento