Leonardo DiCaprio investe nella carne coltivata sostenibile di Aleph Farms e Mosa Meat

Leonardo DiCaprio ha deciso di investire nella carne coltivata sostenibile delle aziende Aleph Farms e Mosa Meat.

Leonardo DiCaprio

Leonardo DiCaprio sempre più green: l’attore ha deciso di investire nella carne coltivata sostenibile di Aleph Farms e Mosa Meat.

Il Premio Oscar ha deciso di intraprendere questa strada per cercare di combattere la crisi climatica trasformando il nostro sistema alimentare. Sono state le stesse aziende Aleph Farms e Mosa Meat a dare l’annuncio dell’investimento da parte dell’attore.

Aleph Farms e Mosa Meat hanno già realizzato della carne di manzo partendo da cellule animali. Mosa Meat, infatti, nel 2013 ha presentato al mondo il primo hamburger coltivato, mentre Aleph Farms ha presentato la prima bistecca ribeye coltivata nel 2018.

Leonardo DiCaprio, attore

Secondo DiCaprio, Mosa Meat e Aleph Farms hanno fornito nuovi modi per cercare di soddisfare la domanda mondiale di carne bovina, risolvendo alcuni dei problemi più importanti della moderna produzione industriale di carne. Per tale motivo l’attore si è dichiarato lieto di unirsi a loro come consulente e investitore.

Entro il 2050 è previsto che il consumo mondiale di carne aumenterà del 40-70%: la carne coltivata diventa una soluzione per diminuire l’impatto negativo della produzione industriale di carne bovina.

Secondo gli esperti, il mercato della carne coltivata potrebbe raggiungere i 25 miliardi di dollari entro il 2030. Maarten Bosch, CEO di Mosa Meat, ha sottolineato come il lavoro di Leonardo DiCaprio per ottenere un cambiamento positivo sia in linea con la missione di Mosa Meat.

Anche Didier Toubia, co-fondatore e CEO di Aleph Farmas, si è dichiarato contento di dare il benvenuto a Leonardo DiCaprio nel loro comitato consultivo e nel loro gruppo di investitori.

Le due aziende hanno poi reso noti i dati di uno studio indipendente. Secondo questa ricerca, la produzione di carne bovina coltivata potrebbe diminuire l’impatto sul clima del 92%, ridurre l’inquinamento atmosferico del 93%, usare il 95% in meno di suolo e il 78% in meno di acqua rispetto all’attuale produzione industriale di carne bovina.

Inoltre questo processo di produzione automatizzato eliminerà l’uso di antibiotici e ridurrà il rischio connesso ad agenti patogeni, contaminanti e anche malattie di origine alimentare.

Più nel dettaglio, Aleph Farms attualmente si concentra sulla produzione di bistecche di manzo coltivate da cellule non geneticamente modificate isolate da una mucca viva. Mosa Meat, invece, si occupa di produrre vera carne di manzo coltivata in ambulatorio.

Sempre a proposito di carne realizzata in vitro: a Singapore è stata consentita la vendita di carne di pollo coltivata in laboratorio.

Potrebbe interessarti anche