di Anna Silveri 13 Febbraio 2019

La cronaca giudiziaria per parlarvi di ristoranti no, non l’avevamo prevista. O almeno non con questa frequenza. Di recente invece spunta spesso su Dissapore, tra ristoranti in odore di camorra o chiusi per riciclaggio.

[Frijenno Magnanno: la nota pizzeria di Milano chiusa per camorra]

[Quanti ristoranti ha in mano la mafia in Italia? Almeno 5mila] 

[L’ombra della ‘ndrangheta dietro Unico Milano]

Come –e fa un certo effetto scriverlo– l’hamburgheria Eataly, nel Torino Outlet Village di Settimo Torinese, gestita in franchising e non collegata al gruppo di Oscar Farinetti.

Alle prime ore di oggi i carabinieri di Torino hanno arrestato sei imprenditori e sequestrato 29 società, per un valore che supera i 250 milioni di euro, con l’accusa di riciclaggio e trasferimento fraudolento di valori.

Il gruppo criminale che usava finte intestazioni, identità inesistenti e imprese create esclusivamente per le operazioni, avrebbe percepito fondi pubblici e privati con truffe, detrazioni fiscali illecite e frodi bancarie per diversi milioni di euro.

Riferisce Repubblica che

È stato proprio Giuseppe Soldano, l’imprenditore alla guida dell’hamburgheria di Eataly, il primo indagato dal nucleo investigativo, dopo il ritrovamento di 600mila euro in contanti e 75 lingotti d’oro in uno store box di corso Giulio Cesare, intestato a lui.

[Crediti | Repubblica Torino]

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento