di Valentina Dirindin 16 Novembre 2020
alcolici

Ognuno sopravvive al coprifuoco come può: così un ristoratore di Lisbona, ad esempio, rispolvera la tradizione del “Mata Bicho”. Di che si tratta? Semplice, si tratta di bere del brandy o qualcosa di simile per colazione e, in maniera più generale, di iniziare a bere già dalle prime ore del mattino, anticipando happy hour e cena. In Portogallo infatti, a causa delle restrizioni per il contenimento del contagio da Coronavirus, i ristoranti sono stati obbligati a chiudere alle 13 per due fine settimana consecutivi.

Così, alla Taberna do Calhau di Lisbona, hanno deciso di provare con la colazione alcolica. Così, se gli orari impongono chiusure anticipate, impongono anche di anticipare tutto quanto, pure le bevute (chissà se responsabili) insieme agli amici. Anziché ritrovarsi alle 18 per l’apertivo, ci si dà appuntamento per un brunch (alcolico).

L’idea di Leopoldo Calhau, proporietario della Taverna, pare essere stata apprezzata dalla clientela, almeno in questa prima occasione di lancio. Bisognerà vedere in quanti torneranno a bere barndy per colazione nei prossimi weekend. Detto ciò, una cosa ci pare certa: a preoccupare iniziano a essere le nostre abitudini di consumo degli alcolici durante il lockdown, tra aperitivi in chat e colazioni – per così dire – particolari.

[Fonte: Euronews]