Livorno: affonda il Ca’ Moro, barca ristorante gestita da persone Down

Il Ca'Moro, ristorante galleggiante di Livorno dove lavoravano persone con la sindrome di Down, è tragicamente affondato.

ca'moro

È tragicamente affondato il Ca’Moro di Livorno, barca che ospitava il bar-ristorante gestito dalla Cooperativa Sociale Parco del Mulino, che faceva lavorare persone down.

Il locale, dove erano operativi nove dipendenti tra sala e cucina, occupati in un progetto di inserimento lavorativo delle persone con la trisomia 21, era stato costruito a bordo di un vecchio peschereccio donato alla Cooperativa tempo fa.

La barca era come al solito ormeggiata davanti al monumento dei Quattro Mori di piazza Micheli, quando ha iniziato a imbarcare acqua dalla prua. Ad accorgersene, nel pomeriggio di ieri, sono stati gli stessi lavoratori che al momento si trovavano sulla barca, e che hanno subito realizzato quello che stava succedendo. Immediatamente sono intervenuti i vigili del fuoco, accompagnati anche da una squadra di sommozzatori che ha inutilmente cercato di riparare la falla nello scafo della nave.

Ora Daniele Tornar, presidente della commissione sociale del Comune e consigliere della Cooperativa sociale Parco del Mulino, si appella alla città, e chiede un aiuto per rimettere in piedi il progetto, già messo in difficoltà – come tante realtà della ristorazione – dai lunghissimi mesi della pandemia. “Insieme al ristorante sono affondati anche i nostri sogni”, ha detto sconfortato “Non ci dimentichiamo che a bordo lavoravano una cuoca, un aiuto cuoca e due camerieri, che vivevano di questo. Se la città non ci aiuta rischia di finire qui”, ha aggiunto.

Potrebbe interessarti anche