di Manuela 22 Novembre 2019
Granchio blu

A Livorno è stato pescato un granchio blu reale non presente nel Mediterraneo. Secondo quanto rivelato da La Nazione, il granchio sarebbe finito nella rete di un pescatore davanti al Molo Novo. Potete vedere il granchio in questione nel video caricato su YouTube da Telestense Ferrara. Si tratta di un ritrovamento raro perché questo granchio non vive qui da noi, ma non è la prima volta che questo granchio viene segnalato nei mari italiani.

Il granchio blu o granchio reale, noto con il nome scientifico di Callinectes sapidus, infatti è originario delle sponde occidentali dell’oceano Atlantico. Lo si trova dalla Nuova Scozia all’Argentina. La sua particolarità è che non viene pescato solo in mare (è particolarmente ricercato per via del suo sapore), ma lo si può occasionalmente incontrare anche lungo i corsi dei fiumi in quanto è capace di tollerare livelli di salinità più bassi rispetto a quelli del mare.

Ma come ha fatto un granchio blu ad arrivare nel Mediterraneo? C’è una spiegazione semplice: quando le imbarcazioni incamerano acqua di mare per zavorrarsi ecco che nei serbatoi delle navi possono finire intrappolati questi granchi che, così facendo, finiscono col fare il giro del mondo. E’ in questo modo che il granchio blu dalle coste dell’Argentina è finito per arrivare nel Mediterraneo, nel Mare del Nord, nel Mar Nero, nel Mar Baltico e anche nel Mar Giallo.

E in Italia? Pare che avvistamenti di questo granchio ci siano stati sulla costa adriatica, da Goro ai lidi ferraresi. Inoltre quest’anno è stato avvistato anche a Salerno, più precisamente ad Ascea Marina.

[Crediti Foto | NOAA (Public domain), via Wikimedia Commons]