Lo chef stellato Michelin Alyn Williams è stato improvvisamente licenziato dal suo ristorante a Londra, dopo averlo usato per un party privato. Pare che lo chef, che lavorava nel ristorante che porta il suo nome al Westbury Hotel, a West London, abbia infatti invitato un gruppo di amici per la domenica a pranzo, quando il locale era chiuso.

Tanto è bastato alla proprietà per mandarlo via, e – a quanto dice Williams – la decisione del licenziamento è stata presa in tronco: lo chef sostiene infatti di essere stato cacciato  senza preavviso o indennizzo, per la grave colpa di aver utilizzato il ristorante a fini privati senza permesso.

A sua discolpa, Alyn Williams sostiene che tutti i cibi e le bevande per la festicciola tra amici sono stati forniti da lui e che non vi sono stati danni o perdite. “Sono comprensibilmente molto turbato e deluso dal licenziamento in queste circostanze, in particolare visto che lavoravo lì da otto anni”, ha dichiarato lo chef al Telegraph. “Ho sempre lavorato in modo esemplare e, attraverso il ristorante, ho portato prestigio all’hotel, ottenendo una stella Michelin che abbiamo mantenuto per otto anni consecutivi.” Lo chef ha poi chiesto al ristorante di cambiare nome, in modo da non dare più l’impressione di lavorare lì.

Ora, prendano nota tantissimi chef italiani: non tutti amano le feste, soprattutto se non autorizzate.

[Fonte: Telegraph]

commenti (0)

Accedi / Registrati e lascia un commento