di Giulia Gagliano 30 Gennaio 2020
louis vuitton primo ristorante Osaka
Louis Vuitton apre il suo primo caffè-ristorante e lo fa in Giappone, precisamente all’interno del flagship store di Osaka. La maison francese non si era mai lanciata prima d’ora nel mercato della ristorazione, anche se ormai sono molte le case di moda che si sono lanciate nel settore, come Gucci che ha aperto la sua osteria a Firenze, Marchesi Prada a Milano e ancora il Ralph’s Coffee a New York e Tiffany che ha da poco annunciato l’apertura del Tiffany Cafè d’Europa a Londra. Un connubio sempre più stretto quello tra fashion e food, così come ha dichiarato Michael Burke, Presidente e Amministratore di LV, “Lo sbarco nel mondo della ristorazione è in linea con la strategia del gruppo, che mira a conquistare i clienti attraverso una shopping experience sempre più coinvolgente e completa”.
Ma cosa si potrà assaggiare nel nuovo Café V ? Nonostante il nome francese, in linea con la natura della maison, nel ristorante saranno serviti i piatti dello chef nipponico Yosuke Suga, diventato famoso grazie al ristorante Suga (ora classificato come il 47esimo ristorante migliore al mondo). Accanto al Caffè sorgerà anche l’esclusivo ristorante Sugalabo V in cui solo pochi selezionati avranno la fortuna di accedervi. Ma Louis Vuitton ovviamente non ha lasciato nulla al caso e quindi anche la parte di interior è stata curata e progettata nei minimi dettagli dall’architetto Jun Aoki, che ha voluto evocare una nave che galleggia nell’acqua. La facciata ricorda le vele fluttuanti, mentre alcuni elementi si rifanno alla natura. Aoki conosceva già da tempo il gruppo LV, in quanto aveva curato il punto vendita Matsuya Ginza, traendo ispirazione dalla tradizione locale dell’Art Decò.