di Valentina Dirindin 21 Settembre 2020
luigi taglienti Best Vegetable Restaurant

Luigi Taglienti ha vinto il premio “Best Vegetable Restaurant” , che gli è stato consegnato durante la 19° edizione dei We’re Smart Award in Belgio.

L’evento, che premia i migliori risultati nel mondo culinario dei vegetali, ha messo in classifica centinaia di ristoranti in tutto il mondo, giudicati in base alla proposta veg dei loro menu. La Distillerie (Château Bourglinster – Lussemburgo), il cui head chef è René Mathieu, è stato votato il miglior ristorante di verdure del mondo. Xavier Pellicer, top chef dell’omonimo ristorante di Barcellona, è stato inserito nella prestigiosa lista degli “Intouchable Chef” la cui filosofia punta sul mondo vegetale, per i suoi anni di dedizione e di lavoro pionieristico nella cucina a base di verdure.

L’Italia è entrata nella top ten mondiale con  il ristorantePiazza Duomo di Alba, al 4° posto, e il Joia di Milano, al 10° posto. E, appunto, ha vinto il riconoscimento “Best Vegetable Restaurant” grazie a  Luigi Taglienti, che è stato selezionato all’interno di in una rosa di tredici chef provenienti da tuttoi l mondo. “L’Italia è il Paese degli ortaggi – dichiara Frank Fol, The Vegetable Chef e founder di We’re Smart – ed Enrico Crippa ne rappresenta perfettamente lo spirito.

E’ più che evidente che nelle sue creazioni parte dalla verdura per poi pensare al corretto abbinamento non solo di gusto ma anche nutritivo. Pietro Leeman e il ristorante Joia – prosegue Fol – incarnano l’alta cucina vegetariana nel Belpaese: tutto ciò che è vegetale non ha segreti in questo “vecchio tempio”. Infine, Luigi Taglienti: ci ha conquistato con la sua cucina creativa alla cui base ci sono prodotti di qualità che vengono coltivati in modo etico e sostenibile”.