di Manuela 19 Novembre 2020
prodotti forno

Sembra proprio che, a livello di Made in Italy, siano gli alimenti da forno italiani a dominare l’export. In valore si parla di una cifra di 2.3 miliardi di euro, con una crescita del +15,6%: sono i prodotti alimentari nostrani che vengono maggiormente richiesti all’estero.

Questi dati derivano da un’analisi realizzata da TuttoFood, manifestazione che dovrebbe tenersi dal 17 al 20 maggio 2021, pandemia permettendo, si intende. Questa ricerca si è focalizzata sui nuovi stili di vita adottati dagli italiani durante il periodo Covid-19, sia per quanto riguarda la casa, sia per quanto concerne e-commerce e spesa.

Si è così visto che al primo posto dei prodotti esportati ci sono, a sorpresa, i prodotti da forno, seguiti a ruota da frutta e ortaggi lavorati e conservati (1.9 miliardi di euro e crescita del +6%) e i prodotti lattiero-caseari (1.8 miliardi di euro e crescita del +0.8%).

Se si va, invece, a vedere quali siano i mercati di destinazione in cui si è avuta la crescita maggiore dell’export abbiamo:

  • Giappone: +16.9%
  • Cina: +13.7%
  • Oceania: +8%
  • Germania: + 6.7%
  • Svizzera: +5.7%
  • Stati Uniti: +4.2%
  • Francia: +4.2%

In particolare, nel corso del primo semestre del 2020, l’export verso la UE-27 (l’Unione Europea senza Regno Unito) ha registrato quasi 12.5 miliardi di euro, mentre le esportazioni verso il resto del mondo si sono attestate a più di 9.6 miliardi di euro. Un altro dato interessante riguarda la crescita rispetto allo stesso periodo del 2019 per quanto riguarda le esportazioni nel settore del Food & Beverage: ci si è attestati su 22 miliardi di euro, registrando un +3.5%.