di Manuela 2 Settembre 2020
Massimo Bottura

Massimo Bottura ha deciso di aprire un nuovo Refettorio: a Lima arriverà Casa de Todos, realizzato grazie alla sua organizzazione no profit Food For Soul. Al progetto parteciperà anche lo chef Diego Munoz.

Ma facciamo un passo indietro. A inizio marzo avrebbe dovuto aprire il Refettorio nella Casa Santa Lucia di Merida (primo Refettorio Food for Soul del Messico), solo che poi è scoppiata la pandemia da Coronavirus ed ecco che l’inaugurazione era stata rimandata a data da destinarsi. Tuttavia, visto che le cucine erano pronte e agibili, ecco che durante la pandemia non sono rimaste ferme, ma hanno aiutato altre associazioni umanitarie a preparare, distribuire e consegnare a domicilio pasti per le persone in difficoltà (cosa che, fra l’altro, continuerà a fare fino a quando il Refettorio non aprirà ufficialmente i battenti).

Nel frattempo, però, Food for Soul non è rimasto con le mani in mano e ha costruito il nuovo Refettorio in Perù, più precisamente a Lima. In teoria questo Refettorio dovrebbe aprire a settembre: si tratterà di un rifugio per bisognosi, con una cucina gestita dallo chef Diego Munoz, nome noto all’Osteria Francescana e da Astrid Y Gaston, coadiuvato da Francisco Barrientos. Il tutto con anche la collaborazione di ristoranti, produttori e fornitori di zona.

Massimo Bottura ha spiegato che l’obiettivo attuale di Food for Soul è quello di continuare ad aprire questi Refettori. E Lima non è certo stata una scelta casuale: la città è uno dei centri più importanti della gastronomia internazionale, motivo per cui hanno deciso di supportare la comunità locale in questo modo.

All’atto pratico, una volta che il Refettorio sarà attivo e funzionante potrà servire un pasto di tre portate preparato da cuochi professionisti a persone in difficoltà. Prossimanente, poi, verrà creato anche un orto con frutta e ortaggi, nonché un centro di formazione culinario.