di Veronica Godano 11 Aprile 2020
McDonald's

Mc Donald’s in Australia si è convertita al food delivery e, da domani, inizierà a consegnare pane, uova e latte. L’operazione di consegna a domicilio avverrà sempre attraverso il loro servizio che non prevede il contatto fisico.

Ottime notizie, quindi, per gli amanti del colosso americano.  I negozi del New South Wales e Canberra saranno i primi ad attivare il servizio di consegna a casa, toccherà poi al Sud del continente, Queensland, Victoria, Tasmania e ai territori del Nord mercoledì 15 aprile; all’Australia occidentale sabato 18 aprile.

Anche un gigante del genere sta iniziando, purtroppo, a patire gli effetti del Coronavirus. Sono chiuse, infatti, ¼ delle sue aziende e le vendite sono diminuite già del 22% stando ai dati pubblicati qualche giorno fa dal Ceo dell’azienda, Chris Kempczinski. Ciò non ha impedito alle divisioni nei vari Paesi di donare per arginare l’emergenza sanitaria. E’ il caso di Mc Donald’s Italia che ha elargito 1 milione di euro assieme alla Fondazione Ronald Mc Donald per combattere il Covid-19.

Sono giorni difficili per le aziende. Diversi brand si stanno impegnando per sottolineare l’importanza del distanziamento sociale. Come un video pubblicato dalla catena su Instagram, in cui gli archi dorati del logo appaiono divisi e non più uniti. “Stiamo ancora un po’ separati e, insieme, ne usciremo più forti e uniti”, si legge nel post.

Fonte: [9 Kitchen Nine]