di Valentina Dirindin 7 Dicembre 2019
mcdonald's a firenze: licenza sospesa per sette giorni

McDonald’s prevede un piano di sviluppo in Italia che porterà – dicono dall’azienda – a 7mila nuovi posti di lavoro entro il 2022. I progetti nazionali del colosso del fast food, infatti, mirano all’apertura di nuovi ristoranti e dunque all’assunzione di nuovo personale, come ha spiegato Mario Federico, amministratore delegato di McDonald’s per l’Italia.

L’annuncio è di certo interessante, vista la difficoltà nel nostro Paese di trovare un posto di lavoro e un’azienda che improvvisamente annuncia una  campagna di recruiting così grossa non può che fare gola al mercato italiano. I progetti italiani del gruppo si concretizzeranno, raccontano, con trenta nuovi ristoranti sparsi nel Paese entro il 2020, e il potenziamento del servizio McDelivery, che raggiungerà altre 75 città italiane. Inoltre, si avvierà un processo di ristrutturazione dei punti vendita già esistenti sul territorio e si inaugureranno seicento nuovi McCafè.

In effetti le previsioni sono verosimili: negli ultimi anni McDonald’s ha aperto in Italia una media di venticinque ristoranti all’anno con una politica che, nel solo anno 2019, ha portato all’assunzione di circa 2500 lavoratori. Risultati che, aggiunti al resto degli obiettivi raggiunti dalla multinazionale in Italia, danno sì che oggi McDonald’s rappresenti il 4,4% del valore aggiunto dell’intero settore del food & beverage italiano.

[Fonte: Qui Finanza]